Adorazione del pene


Nell'antichità si ritrovano moltissime tracce adorazione del pene del fallo-pene: gli obelischi in Egitto, le costruzioni falliche della Persia e della Fenicia, le torri d'Irlanda e Scozia, i monoliti delle Indie, le tombe etrusche, i Dolmen e i cippi agricoli in Puglia e Grecia, etc.

adorazione del pene

Il culto del membro virile eretto, nella Roma antica era molto diffuso tra le matrone di estrazione patrizia a propiziare la loro fecondità. Per questo il fallo veniva usato come monile da portare al collo. Sempre a Roma le vergini patrizie prima di contrarre matrimonio, facevano una particolare adorazione del pene a Priapo dio della fecondità affinchè rendesse piacevole la loro prima notte di nozze.

Per questo credo fortemente nella sua rivalutazione e senza annoiarvi troppo che sembro un'antropologa del cazzo, vi prometto che i prossimi post saranno delle simpatiche ricette culinarie per stimolare il vostro palato in nuovi giochi erotici. Vi volevo segnalare una curiosità: la parola testicoli dal latino "testes" sta a significare piccoli testimoni dell'atto sessuale. Adorazione del pene che sia quasi una definizione poetica.

adorazione del pene

Ringrazio Armando Rossi per avermi gentilmente concesso di pubblicare la sua fantastica illustrazione che riassume perfettamente il mio concetto di adorazione fallica. E ovviamente il mio mentore che non vuole essere nominato per il suggerimento del adorazione del pene del Blog e per i suoi preziosi consigli.

adorazione del pene

Pubblicato da.