Come aiuta


Organizzatore

Cibi grassi: sono spesso causa di reflusso ma anche di un peggioramento dei sintomi perché stimolano la produzione di una maggiore quantità di acido nel corso della digestione.

Particolarmente dannosi sono i cibi ricchi di grassi saturi, quindi latticini, burro, panna, formaggio fresco, Peni spagnoli, carne di maiale e i fritti.

come aiuta

Allo stesso modo vanno evitati anche il brodo di carne e tutte quelle preparazioni a base di carne che richiedono molte come aiuta di cottura, ad esempio gli stufati, spezzatini, brasati e ragù. La ragione della nocività sta nel fatto che i grassi possono provocare sia una diminuzione della pressione dello sfintere gastroesofageo sia come aiuta ritardo dello svuotamento dello stomaco.

come aiuta

Cibi caldi e liquidi: meglio mangiare tiepido. No alla caffeina e alla teina: quindi a caffè, thè, alcool, e ogni altra bevanda che possa contenere queste sostanze.

Esse potrebbero infatti essere responsabili di irritazioni che interessano il rivestimento dello stomaco. Possono infatti indurre un aumento del livello di acidità nello stomaco e quindi la riacutizzazione dei come aiuta. Sale: Insaporire le pietanze con quello iodato.

come aiuta

In questo caso sarebbe meglio, laddove necessario, ricorrere a integratori a base di iodio. Frutta e come aiuta. Soprattutto le mele, come aiuta banane e le patate dovrebbero essere parte integrante della dieta perché svolgono una azione lenitiva sulle pareti dello stomaco. Vanno evitati invece ortaggi e frutta a base acida.

Dieta intermittente, come aiuta a perdere peso

Ovvero lasciando passare almeno 2 o 3 ore dalla cena prima di coricarsi. Mangiare bene significa fare attenzione a non aumentare o a perdere peso, se necessario.

come aiuta

Una come aiuta strategia che aiuta a tenere gli acidi lontano dallo stomaco durante il sonno.